Premier League, Liga, Bundesliga: Top e Flop campionati esteri

Montella che ride Liga Siviglia Top e Flop

Nuovo appuntamento con la rubrica “Top e Flop” dedicata agli avvenimenti dei principali campionati esteri, e questa settimana anche alla finale di League Cup che ha visto trionfare il Manchester City di Guardiola ai danni dell’Arsenal di Wenger.

I top della settimana

Top e Flop campionati esteri

Mourinho batte Conte – C’è stata la stretta di mano tra Mourinho e Conte, nonostante le polemiche delle ultime settimane. C’è stata anche la vittoria del Manchester United e per il Chelsea è una batosta, in virtù del successo del Tottenham che fa scivolare i Blues al quinto posto. Dopo cinque giorni, l’atmosfera che si era creata nel match con il Barcellona, è evaporata sotto i colpi di Lukaku e Lingard: per l’italiano ricomincia la sarabanda di voci e di tensioni. Mourinho, barba lunga e mattatore su tutta la linea del match dell’Old Trafford, si riprende il secondo posto e dimostra ancora una volta che, sul piano tattico, può sfidare anche uno stratega conclamato come Conte: alla fine la mossa decisiva, l’inserimento di Lingard, è del portoghese.

Guardiola, l’uomo delle finali – 16 finali vinte su 19 disputate in carriera, ma soprattutto 22° trofeo in bacheca (superando Wenger nella classifica degli allenatori più vincenti di sempre, il francese è fermo a 21). Il Manchester City annienta 3-0 l’Arsenal a Wembley, stadio tradizionalmente favorevole ai Gunners, grazie ad una prestazione superlativa. Aguero, Kompany e David Silva firmano il tris dei Citiziens, aiutati dalla fase difensiva degli avversari ai limiti dell’imbarazzo.

Capitan Cristiano Ronaldo – La prima volta in assoluto con la fascia al braccia dal 1′ minuto galvanizza CR7 contro l’Alaves. Il fenomeno portoghese del Real Madrid sigla una doppietta e raggiunge quota 300 gol in Liga (285 partite disputate), dimostrando di essere sempre più leader assoluto dei blancos oltre che del campionato spagnolo.

Lo Schalke parla Tedesco – Importantissima vittoria per lo Schalke 04, che sbanca Leverkusen nello scontro diretto per l’Europa. Gli uomini di Domenico Tedesco fanno un bel balzo in classifica fino al terzo posto (sopravanzando lo stesso Bayer), e si portano a ridosso della seconda piazza occupata dal Dortmund.

I flop della settimana

Montella che ride Liga Siviglia Top e Flop

Montella se la ride, il Siviglia no – Bruttissima sconfitta del Siviglia contro l’Atletico Madrid: la squadra del Cholo passa a Nervion con un secco 5-2 (rafforzando il suo secondo posto in classifica). Si tratta della terza goleada subita dai biancorossi da quando c’è il tecnico italiano. Le precedenti erano state un 3-5 nel Gran Derbi contro il Betis, e un 5-1 ad “Ipurrua” contro l’Eibar. Intanto il Valencia vince e scappa a +10 in classifica, estromettendo di fatto gli andalusi dalla corsa per un posto in Champions League.

Seedorf a secco – Dopo due k.o. consecutivi, Clarence Seedorf ottiene il primo punto della sua gestione col Deportivo. Peccato però che al 65′ i galiziani sarebbero potuti passare in vantaggio se Lucas Perez non si fosse fatto parare un rigore da Diego Lopez (14esimo rigore parato in carriera). La salvezza adesso dista due lunghezze (il Levante di Pazzini, quartultimo, cade 0-2 in casa contro il Betis), ma il pareggio del Riazor suona come una chance sprecata male.

Borussia Dortmund e Lipsia – In settimana hanno estromesso Napoli e Atalanta dall’Europa League, ma in campionato i gialloneri non vanno oltre l’1-1 con l’Augusburg, mentre il Lipsia fa addirittura peggio venendo sconfitto in casa propria per 2-1 dal Colonia fanalino di coda della Bundesliga. Questo per darvi una dimensione reale della crisi del calcio italiano.