Premier League, Liga e Bundesliga: Top e Flop dei campionati esteri

Messi Barcellona

Spazio ai campionati esteri nell’ultimo fine settimana, complice la tragedia che ha coinvolto Davide Astori, difensore della Fiorentina deceduto nella notte tra sabato e domenica. Con le gare della Serie A giustamente rinviate, le cronache dai campi sono arrivate soltanto da Premier League, Liga e Bundesliga. Rivediamole con il consueto appuntamento con i Top&Flop.

I Top

Manchester City Chelsea
L’esultanza dei calciatori del Manchester City (copyright: Corriere dello Sport)

Il Manchester City – Basta Bernardo Silva per avere ragione del Chelsea: Guardiola resta primo a diciotto punti di vantaggio sul secondo posto, con la qualificazione ai quarti di Champions League praticamente già raggiunta.

David De Gea – Subisce due gol dal Crystal Palace ma la sua parata sul colpo di testa di Benteke è fondamentale, oltre che bellissima, per evitare il ko ai suoi. C’è quindi pure la sua mano nella pazzesca rimonta del Manchester United, che sotto di due reti riesce a vincere 3-2 al 91′, con i gol di Smalling, Lukaku e Matic.

Jurgen Klopp – Batte 2-0 il Newcastle dell’ex Benitez e in conferenza stampa annuncia di voler impiegare la miglior formazione possibile anche contro il Porto, nonostante la larga vittoria all’andata. Un ottimo modo per mantenere alta la concentrazione per questo finale di stagione.

Heung-Min Son – La sua doppietta all’Huddersfield permette al Tottenham di volare a +5 dal Chelsea: per ora, il quarto posto sembra al sicuro.

Il Barcellona di Leo Messi – Vince anche contro l’Atletico Madrid (1-0) e torna a +8 dal secondo posto occupato proprio dai Colchoneros. La punizione della Pulce è solo uno dei tanti capolavori visti in questa stagione.

Messi Barcellona
Il calcio di punizione di Leo Messi (copyright: Calciomercato.com)

Cristiano Ronaldo – Firma una doppietta nel 3-1 al Getafe, arrivando a quota 30 gol stagionali per il nono anno consecutivo.

Jupp Heynckes – Un girone dopo il suo arrivo, il Bayern Monaco ha totalizzato sedici vittorie in diciotto partite. L’ultimo successo è lo 0-4 al Friburgo, formazione contro cui l’allenatore tedesco era tornato sulla panchina dell’Allianz Arena.

Lo Schalke di Domenico Tedesco e Marko Pjaca – Grazie al gol del croato, lo Schalke vola in Bundesliga. I biancoblù conquistano il secondo posto in classifica con la vittoria sull’Hertha Berlino e il pareggio tra Borussia Dortmund e Lipsia.

Marco Reus – Tre gol in quattro partite, nonostante l’ennesimo infortunio è ritornato quello di un tempo. Il Mondiale è un obiettivo.

Il ricordo di Davide Astori – Bello l’abbraccio tra Guardiola e Conte, emozionante il minuto di ricordo al Camp Nou, con uno scosso Diego Simeone.

Simeone
La commozione di Simeone (copyright: Fox Sports)

I Flop

Antonio Conte – Otto sconfitte in campionato sono troppe per un tecnico come lui e una squadra come il Chelsea. Per punti, il sesto posto è più vicino del secondo.

Arsene Wenger e lo spogliatoio dell’Arsenal – Con la testa forse al prossimo scontro con il Milan, i Gunners cadono con il Brighton. In Inghilterra si parla di spogliatoio spaccato ma Wenger rimane fermo nelle sue intenzioni: niente dimissioni.

Wenger
Arsene Wenger (copyright: Goal.com)

Everton e West Ham – Due squadre che erano partite con ben altre intenzioni e che ora si trovano nelle parti medio-basse della classifica. L’Everton cade 2-1 contro il Burnley (nonostante la bella stagione nel complesso, i Clarets non vincevano da unidici partite), il West Ham viene travolto (4-1) dallo Swansea.

Il Villarreal – Dopo il ko infrasettimanale con l’Eibar arriva anche la sconfitta interna con il Girona. Zero punti in due scontri diretti per il sesto posto.

Il Borussia Dortmund – Nessuno era rimasto imbattuto sulla panchina giallonera per dieci partite, ma i cinque pareggi collezionati non bastano per restare aggrappati al secondo posto.

Paolo Gaetano Franzino

Nato a Roma nel 1993, laureato in Scienze della Comunicazione nel 2015. Scrivo di calcio internazionale su “Fox Sports”, di calcio regionale su “Il Calcio di Max” e di calcio in generale su “Parola al calcio”.